fbpx

Siti per vendere casa

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Una dettagliata carrellata tra gli strumenti digitali a disposizione di tutti per vendere casa o altri immobili. Come si usano e come gestirli al meglio
siti per vendere casa

Nell’era digitale sono nati moltissimi siti per vendere casa di ogni tipo ma per avere validi risultati bisogna sapere come usarli e come sceglierli consci che il principio secondo cui più se ne usano meglio è risulta fallimentare. Ricordiamoci, inoltre, che non tutto il mercato corre sul web e buona parte della popolazione non usa Internet continuativamente. Per mettere in vendita un immobile nel modo migliore è necessario un mix tra attività online e tradizionali.

Nell’utilizzo di tutti i siti per vendere casa la parola d’ordine è qualità. Ogni annuncio deve essere curato al meglio poiché internet è veloce e non colpire l’attenzione in 5 secondi vuol dire perdere un’opportunità. I contenuti da preparare prima di utilizzarli sono:

  • Fotografie professionali o comunque di impatto
  • Annuncio di vendita
  • Planimetrie in formato digitale
  • Volendo breve video purché ben realizzato

Curare questo aspetto prima di pubblicizzare casa permette di sincronizzarci coerentemente nel caso scegliessimo di utilizzare più piattaforme.

Le fotografie devono essere di qualità ma evitate esagerazioni quali grandangoli eccessivi o foto ritocco troppo invasivo, sono il preludio di delusione delle aspettative. Ogni annuncio deve essere veritiero e accattivante evitando cose del tipo “monolocale con bagno” o “Magnifica residenza”, nessuno di noi vive nella Reggia di Caserta. I video professionali costano molto, quelli amatoriali spesso sono inopportuni.  Le planimetrie vanno ridisegnate, attraverso paint o, meglio, sfruttando servizi online che danno ottimi risultati a costi contenuti.

In tutti i contenuti che pubblicherete evitate di inquadrare oggetti di valore, famigliari e possibilmente anche vedute esterne che permettono facile identificazione dell’immobile. Cercate di tutelare la vostra sicurezza.

Come scegliere i migliori e come pubblicare.

Le agenzie immobiliari dispongono di gestionali in grado di replicare l’annuncio su decine di siti per vendere casa contemporaneamente. Se pensiamo che ogni mediatore pubblica diversi immobili è facile capire come il nostro rischi di finire nel dimenticatoio in fretta.

Questo è anche il motivo per cui su queste piattaforme trovate immobili già venduti: diversi gestionali non li rimuovono e quindi il sistema crea parecchia confusione nei navigatori.

Per restare a galla in questo mare vi consiglio di scegliere quei due o tre adatti al vostro caso e cancellare per poi rimettere l’annuncio ogni massimo 3 giorni. In caso contrario i potenziali compratori vi chiameranno appena pubblicato l’annuncio e poi nessuno più arriverà a voi. Un lavoraccio indispensabile, facilitato dal fatto che avete già tutto pronto per fare copia-incolla nell’interfaccia di pubblicazione.

Come si scelgono i migliori siti per vendere casa

Un sito che su Google appare in 5° pagina per determinate chiavi di ricerca non lo vedrà mai nessuno. Aprite il motore e digitate come se doveste comprare un immobile simile al vostro. “Ville in vendita Bologna”, “Appartamenti in vendita Milano” e così via, per capirci.

Nella prima pagina avete 10 siti per vendere casa, quelli sono i più visibili nella vostra area geografica e quindi quelli da usare. Se dovete vendere immobili particolari magari è possibile trovare siti di nicchia con dinamiche un po diverse, ma sono casi rari. Solitamente, inoltre, scelti i più famosi si copre circa il 90% delle possibilità tra residenziale, commerciale ed industriale. Se dovete vendere un Trullo potrebbe esserci un sito dedicato “trulli.net”, ma in questo articolo daremo priorità ai sistemi generali.

Teniamo presente che tutti i siti ed i portali subiscono un problema. Gli utenti che cercano casa a volte hanno idee ed intenti di ricerca poco chiari. Questo li porta ad utilizzare male il motore di ricerca interno e, quindi, tutti i contatti che provengono da Internet vanno qualificati. Qualificare le persone prima di farle entrare in casa è doveroso sia per risparmiare tempo sia per limitare il rischio di intrusioni da parte di malintenzionati.

Siti per vendere casa gratis

Il 90% dei siti per vendere casa autorizza inserimento gratuito dell’annuncio da parte dei privati. Il successivo mantenimento della visibilità è  a pagamento o, come detto sopra, richiede lavoro per il costante rinnovo della pubblicità.

Possiamo suddividerli in due grandi categorie

  • I portali immobiliari che contengono solo annunci di immobili
  • I siti multi prodotto

I primi hanno un pubblico specifico, i secondi hanno anche tutto il traffico derivante dalle ricerche in altre categorie merceologiche. Questi ultimi presentano, a mio avviso e mediamente, un maggior rumore di fondo poiché molti utenti non hanno un vero e proprio intento di ricerca immobiliare. Su questo punto apriamo un paragrafo, prima di passare all’elencazione delle varie possibilità

Come si utilizzano

Tutti i siti per vendere casa hanno più o meno lo stesso iter di utilizzo. Il primo passo è la registrazione sulla piattaforma durante cui vi verrà chiesto un indirizzo email ed un numero di telefono. Il mio consiglio è di crearne di dedicati che verranno poi uccisi alla fine della vendita.

Fatto questo avrete un’interfaccia di inserimento dell’annuncio dove caricare le foto, meglio se compresse, i video, il testo e le planimetrie. Una volta fatto questo siete pronti al tasto pubblica ed il gioco è fatto. Probabilmente vi arriverà una  email con un link per confermare il tutto. I contatti dei potenziali acquirenti arriveranno a vostra scelta sul telefono, sulla mail o su entrambi. Vi consiglio anche di specificare nel testo un orario da voi preferito per ricevere le chiamate.

Siti multi prodotto

Sono quei siti dove oltre alle case troviamo un po di tutto. Auto, oggettistica, servizi e molto altro. Vi cito alcuni dei più conosciuti, non me ne vogliano gli altri.

Subito.it

A livello nazionale è uno dei siti per vendere casa privatamente più conosciuti anche grazie alle pubblicità televisive che di certo ne hanno aumentato non poco il traffico. Ospita veramente di tutto ed avendo molti visitatori può dare buona visibilità alla vostra casa. Viene utilizzato talvolta anche dalle agenzie immobiliari.

Bakeka.it

Non è molto differente dal precedente ed anche in questo caso l’interfaccia utente è intuitiva e semplice da usare. Ha sempre carattere Nazionale.

Secondamano.it

Recentemente ha subito un restyling dell’interfaccia ad oggi molto gradevole ed intuitiva. Non ne conosco le prestazioni ma un tentativo si può fare.

Portali immobiliari

Contengono milioni di annunci di case in Italia ed alcuni di essi investono in pubblicità televisiva ed offline per importi fino a 20 milioni di euro ogni anno. Tanto per farvi capire la portata. Hanno solitamente una tecnologia superiore in merito alla visualizzazione delle immagini ed all’esperienza utente.

Le  prestazioni sono mediamente molto più elevate dei siti generalisti, anche se non è un assolutismo e molto dipende dall’area geografica e dalla tipologia di immobile.

Immobiliare.it

Ad oggi è considerato il Re dei portali immobiliari in Italia, con un traffico elevatissimo ed un notevole rendimento. Sempre che vengano caricati contenuti di qualità e che se ne garantisca la visibilità seguendo le linee di cui abbiamo già parlato. Sulla piattaforma trovate un forum molto ben frequentato dove potervi scambiare opinioni ed idee, oltre al blog informativo. Non vi serve lo so, il vostro blog preferito è il mio 🙂

Casa.it

Dopo diverse rivisitazioni è pienamente attivo e ben indicizzato su google. Non ci sono molte cose da dire per differenziarlo dagli altri e mi limito a sostenere che vale la pena usarlo.

Idealista.it

Portale Internazionale che negli ultimi anni ha fatto grandi cose aumentando moltissimo la visibilità. Non ne apprezzo l’interfaccia ma hanno lavorato benissimo a livello di blogging ed investimenti pubblicitari. Detto questo sappiate, dunque, che parliamo di un’ottimo servizio con risultati in crescita e sicuramente nella top 4 Italiana.

I social networks come siti per vendere casa

Eh si alla grande anche. Con pro e contro come tutte le cose ma con prestazioni super se ben utilizzati. La grande differenza risiede nel fatto che mentre sui portali un acquirente deve andarci, sui social andate voi da lui.

Inoltre, se il contenuto prodotto è bello provoca condivisioni che aumentano tantissimo la visibilità. I privati possono fare tramite Facebook pubbliche relazioni diretti nei gruppi locali, di vicinato e nelle social streets. Ricordate che spesso i migliore compratori della vostra casa sono quelli a 50 metri dalla porta.

Instagram oggi è il più usato dalle fasce più giovani, LinkedIn è validissimo de dovete proporre alle aziende negozi, capannoni e laboratori.

Evitate di spammare l’annuncio ovunque, i social si usano parlando con le persone in modo educato e produttivo.

Per chi dispone di pagine Facebook aziendali c’è la possibilità di fare grandiose campagne a pagamento con pubblico predefinito. Sono uno strumento potentissimo ma necessitano di un po di competenza digitale.

Google per vendere casa

Parlando si siti a pagamento, invece, è impossibile non menzionare lo stesso Google, primo motore di ricerca al mondo. Qui entriamo in una disciplina difficilmente adottabile dai privati ma che per determinati immobili può fare la differenza. Viene creata una pagina web dedicata esclusivamente alla casa da vendere e lo stessa viene pubblicizzata tramite la piattaforma pubblicitari di Google Adwords.

Serve competenza digitale o qualcuno che lo faccia per voi poiché il rischio di buttare soldi al vento è alto. Se, invece, si fanno le cose per bene il sistema regala risultati eclatanti.

Siti per vendere casa agli stranieri

Nelle aree geografiche dove il pubblico overseas dimostra interesse è utile sfruttare i portali immobiliari dedicato all’estero. Difficilmente sono gratuiti e bisogna scegliere bene. In prima persona non ho mai sfruttato molto questo tipo di piattaforme ma ho avuto modo di confrontarmi con il team di gate-away.com e posso dirvi che sono assolutamente professionali.

Il sito inoltre è ben posizionato sulle ricerche organiche di Google. Vi consiglio prima di iniziare ad usare il portale di scrivere al supporto tecnico per farvi consigliare al meglio.

Non ultimo, il portale è Italiano e lo staff parla la nostra lingua, cosa molto utile nella gestione delle attività.

Prima abbiamo parlato di GoogleAdwords, può essere utile anche per vendere casa all’estero se creiamo la versione in lingua del mini sito e creiamo annunci dedicati. I costi ovviamente sono sensibili.

Esistono inoltre tutta una serie di siti per vendere casa ai Cinesi, agli Inglesi, ai Russi e così via. Non li ho mai testati ma resto dell’idea che sia sempre meglio utilizzare piattaforme internazionali di comprovata qualità. Parere personale ovviamente.

Agenzie immobiliari online

Le ritengo l’evoluzione dei siti per vendere casa e sono mediamente strutture miste online-offline. Il funzionamento prevede l’acquisto di un pacchetto che solitamente comprende:

  • Avvio pratica
  • Valutazione dell’immobile
  • Pubblicità online
  • Presenza di un mediatore convenzionato sul posto per i sopralluoghi

Sono una via di mezzo tra il vendere casa privatamente ed affidarsi ad un mediatore classico. Esse rientrano nel gruppo PropTech che negli ultimi anni sta ricevendo molti fondi per lo sviluppo e possono essere strumenti utili.

Spesso sento parlare colleghi in merito ad esse, con la paura che possano surclassare la nostra categoria ma io sono dell’idea che esse potranno crescere veramente solo se alla tecnologia affiancheranno la giusta dose di buon umanesimo. Chi vende casa non è un robot, è una persona e come tale ha emozioni, sogni e desideri che un protocollo di lavoro standardizzato non potrà mai soddisfare.

Applicazioni per vendere casa

Molti di noi vivono con lo smarphone in mano e quindi è doveroso parlare anche di applicazioni. Ognuno dei siti per vender casa ha la sua app ma non sto parlando di queste.

Se avete letto la mia pagina sul vendere casa vi ricorderete che utilizzo molto strategie local per trovare acquirenti. Per questo spesso uso il supporto di applicazioni di vicinato come ad esempio può essere NextDoor. Ad oggi non ha un gradissimo traffico ma nell’ottica di vicinato può dare risultati. La consiglio ed è utile anche per tutte le altre attività e servizi nella zona dove vivete.

Di seguito trovi i tasti per condividere l’articolo sui tuoi social oltre ovviamente al box commenti se hai domande.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Fabio Zerbinati
Fabio Zerbinati
Agente immobiliare e perito a Bologna. Da oltre 10 anni il mio lavoro è aiutare persone ed aziende a vendere i propri immobili. Sono l'autore del blog "Movimenti Immobili", appassionato di diligenza immobiliare e nel 2019 contributore della business unit di "World Bank".

Lascia un commento

Raggiungimi sui social

Un modo per tenersi in contatto e scambiare pareri

Ricevi gli articoli
Se mi lasci la tua email te li spedirò in anteprima
Newsletter
Devi vendere casa a Bologna?
Richiedimi una valutazione gratuita e senza impegno

Mi lasceresti la
tua email?

Vorrei inviarti i prossimi articoli e qualche notizia, senza mai esagerare. Odio lo spam.