Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest

Costi vendita casa nel 2020

Parlando di costi vendita casa si parte da circa 1000€ tra raccolta documenti e controlli tecnici a cui vanno aggiunti quelli dell’agenzia, le eventuali sanatorie ed alcune spese Notarili. Servizi quali home staging e ristrutturazioni parziali per migliorare i risultati saranno ulteriori costi.

costi vendita casa
Vediamo quanto costa vendere casa in tutte le sue fasi

Elenco costi

Ancora prima di mettere casa in vendita è necessario mettere mano al portafogli, per lo meno se si vogliono fare bene le cose.

Sapere in anticipo quanto costa vendere casa permette di pianificare e quindi di valorizzare.

Mi riferisco alla fase preparativa dell’immobile che è composta di due parti:

  • Amministrativa
  • Estetica.

Sappiate che sono entrambe molto importanti ed allo stesso tempo spesso stupidamente trascurate.

Vediamo l’elenco completo delle voci e poi approfondiamo il discorso.

  • Raccolta documentazione
  • Accertamento tecnico e sanatorie se necessarie
  • Perizia o valutazione
  • Preparazione estetica, tempo ed eventuali interventi
  • Produzione contenuti: fotografie, volantini, video ecc
  • Pubblicità (volantini, siti, cartelli ecc)
  • Tempo speso in sopralluoghi e trattative
  • Agenzia immobiliare se presente
  • Estinzione del mutuo
  • Cancellazione di eventuali ipoteche
  • Trascrizione di eredità se l’immobile è pervenuto per successione
  • Consulenze caso specifiche
  • Tasse sulle plusvalenze
  • Credito d’imposta prima casa
  • Trasloco

Alcune delle voci elencate sono specifiche per determinati casi che andremo ad approfondire durante l’articolo.

Costi per vendere casa privatamente

Nel calcolare i costi vendita casa da privato l’unica differenza è la mancanza di provvigione ma bisogna fare attenzione.

Il costo di un’ottima agenzia va visto come un investimento per realizzare cifre superiori.

Se proprio volete fare da soli informatevi a dovere per evitare di creare costi derivati quali quelli per:

  • Risoluzione di contratti di vendita mal impostati
  • Rimborso di caparre e maggiori danni
  • Mancato parziale incasso

Il venditore è responsabile della cosa venduta ed ogni errore crea danno che nel nostro settore significa tempo e soldi buttati.

Costi agenzia

Proprio per quanto appena detto possiamo dire che i costi con agenzia non sono necessariamente superiori alla vendita tra privati.

Frase tanto più vera quanto migliore è il mediatore scelto.

In merito a questo vi consiglio di leggere il mio articolo su come scegliere la migliore agenzia immobiliare.

Non affidatevi a chi lavora a provvigione zero poiché solitamente non investe per migliorare i vostri risultati.

Le provvigioni a carico del venditore oscillano tra l’1% ed il 4% mentre importi superiori devono essere giustificati da attività particolari.

Una provvigione agenzia immobiliare comprende solitamente:

  • Raccolta documenti
  • Perizia o valutazione
  • Fotografie, volantini, video ecc
  • Pubblicità (volantini, siti, cartelli ecc)
  • Tempo speso in sopralluoghi e trattative
  • Consulenze specifiche
  • Stesura e registrazione proposta di acquisto (tasse escluse)

Prima di affidare un incarico di mediazione per vendita immobiliare pattuite cosa è compreso nella provvigione così da non avere sorprese all’ultimo.

Spese per la preparazione

Come anticipato in apertura buona parte dei costi vendita casa arrivano prima ancora di mettere l’immobile sul mercato.

Sono divisi in due sezione che approfondiamo nei prossimi paragrafi

Preparazione estetica

Non sono obbligatorie ma spesso consigliate per la migliore valorizzazione della vendita.

Solitamente una buona imbiancatura e pulizia sono le prime cose da fare. Ricordatevi che il colpo d’occhio dei potenziali compratori vale mezza vendita.

Ottima occasione per buttare le cose vecchie, pulire, riordinare e rimuovere le personalizzazioni.

Per chi vuol il massimo da questa fase esiste la possibilità di sfruttare servizi professionali di home staging. Se ben fatti possono aiutare molto nel valorizzare.

I livelli sono vari, si può arrivare a veri e propri interventi edili, quindi i costi dipendono da quello che si fa.

Produzione dei contenuti

Nelle attività di preparazione estetica dell’immobile ci sono quelle di produzione dei contenuti quali fotografie, brochures e video.

Le agenzie immobiliari le includono nei costi di provvigione ma se vendete da soli vi consiglio un set di fotografia immobiliare con costi a partire da 300€.

I video sono molto più costosi e possono arrivare anche a 1000€ nel caso di quelli fatti col drone, utilissimi per fabbricati indipendenti.

Preparazione tecnica

Il consiglio che da sempre lascio su questo blog immobiliare è quello di svolgere questa fase prima di tutte la altre.

La raccolta dei documenti per vendere casa ha un costo e difficilmente un privato è in grado di reperire tutta la parte tecnica in modo corretto.

Quest’ultima a sua volta serve per il controllo della regolarità dell’immobile e la redazione della relazione tecnica integrata.

Nominare sempre un tecnico, Geometra o Architetto che sia per un controllo di conformità urbanistica e catastale dell’immobile.

I costi sono dipendenti dal professionista scelto e dalla dimensione dell’immobile ma comunque per una RTI non si spendono mai meno di 500€

Regolarizzazione

Se dagli accertamenti risulta tutto in ordine questo capitolo possiamo saltarlo a piè pari.

Nel 70% dei casi circa dovremo aggiungere il costo per la sanatoria edilizia o per aggiornare la planimetria catastale non conforme allo stato di fatto.

Impossibile quantificare preventivamente senza sapere qual’è il contesto da regolarizzare.

Costi fiscali

La vecchia imposta a carico del venditore che si chiamava IVIM non esiste più da anni.

Imposte e bolli sono tutti a carico del compratore, salvo le tasse sulle plusvalenze.

Di queste ultime parliamo nel paragrafo successivo.

Quanto costa vendere casa prima dei 5 anni

A carico del venditore restano le eventuali tasse sulla plusvalenza tra il costo di acquisto e l’utile ricavato dalla vendita speculativa.

Ad oggi l’imposta sulla plusvalenza è al 26% e quindi tra i costi vendita casa è da valutare attentamente.

Spesa ancora superiore quando dobbiamo vendere prima casa prima dei 5 anni, caso in cui bisognerà aggiungere la compensazione fiscale. Nell’articolo linkato approfondisco i vari casi.

Valutazione o perizia

Le agenzie immobiliari le forniscono quasi sempre gratuitamente.

Purtroppo come per tutte le cose gratis al mondo bisogna assicurarsi che siano fatte in modo corretto.

Chi vende da privato o chi vuole un doppio controllo può affidarsi ad una valutazione immobiliare professionale che ha costi contenuti e tanta resa.

Mai affidarsi solo ai prezzi dell’Agenzia del Territorio poiché vanno interpretati.

Commercializzazione

Sono quelle spese necessarie per far arrivare il vostro avviso di vendita ai potenziali compratori e possono essere digitali o territoriali.

Con pochi euro potrete acquistare i classici cartelli, sembra un metodo vecchio ma in realtà funziona anche nell’era digitale.

Attenzione ai regolamenti comunali sulla pubblica affissione poiché si rischiano multe.

Con circa 300 euro potrete fare una buona quantità di volantini e la loro distribuzione costerà zero se svolta in autonomia.

Tenete presente, però, che anche il tempo da voi utilizzato per le varie attività ha un valore

Siti per vendere casa e social media sono gratuiti nella loro versione base ma è possibile acquistare pacchetti di visibilità che hanno una certa efficacia.

Notaio

Chi vende casa non paga il Notaio, spesa a carico del compratore, se non per la trascrizione dell’accettazione tacita di eredità nella vendita immobile ereditato.

Quest’ultima costa circa 400€ per ogni coerede e può essere fatta durante l’atto di vendita.

Costi accessori

Prima di iniziare la vendita è bene fare anche un calcolo di quanto costa vendere casa in funzione delle spese accessorie.

La prima riguarda sicuramente il trasloco per il quale è bene farsi fare diversi prevenivi in modo da scegliere il migliore.

A tutto questo aggiungiamo i costi per la chiusura delle utenze e le spese condominiali arretrate che prima del rogito andranno saldati.

Conclusioni sui costi vendita casa

Come avrete capito in questo lungo percorso gli aspetti economici della vendita sono molti e vanno analizzati prima di buttarsi alla cieca.

Tutto quello che viene prima della commercializzazione è il migliore investimento che potete fare per la vendita.

Non è più come una volta ed oggi chi vuole vendere casa al meglio deve investire per ottenere i migliori risultati.

Se avete domande in fondo alla pagina c’è il modulo contatti e, come sempre, vi ringrazio per il tempo dedicato ai miei articoli. A presto!

Hai ancora un minuto?

Mi chiamo Fabio Zerbinati e scrivo questo blog con grande amore, vorrei che visitassi la mia biografia!

Con i tasti qui sotto puoi condividere l’articolo sui tuoi social media, sarebbe grandioso!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest

Lascia un commento

Benvenuto!

Mi chiamo Fabio Zerbinati e scrivo questo blog con grande amore per il mio lavoro di consulente, sperando che ti sia utile.