Pozzo artesiano per uso domestico come realizzarlo e come regolarizzarlo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Il pozzo artesiano ad uso domestico per il prelevamento delle acque pubbliche necessita di adeguata comunicazione pre realizzazione o, allo stesso modo, per postuma regolarizzazione. Sempre che abbia i requisiti tecnici.
Pozzo artesiano e regolarizzazione amministrativa

Il pozzo artesiano per uso domestico è spesso presente nei giardini di tutti noi, ma pochi sanno che esso è soggetto a regolamentazioni ben precise.

Chiarifichiamo subito il termine uso domestico. E’ da intendersi l’uso al di fuori di attività economico-produttive. In tal senso il prelevamento va giustificato in sede di richiesta all’organo competente. In Emilia Romagna l’ente Regionale da interpellare è SAC di Arpae.

Presentazione della domanda per prelevamento acque.

L’uso domestico, e solo quello, non è soggetto ad autorizzazione. E’ però necessario presentare all’organo menzionato la domanda.

Tale domanda inerente il pozzo artesiano ad uso domestico va inoltrata tramite la modulistica che trovate sul sito di ARPAE

Ad essa andranno allegati:

  • documenti di identità del richiedente
  • la planimetria catastale del lotto
  • la carta tecnica Regionale.

La modulistica riporta le due casistiche affrontate nei prossimi paragrafi.

Pozzo artesiano già perforato

In questo caso sarà necessaria la corretta compilazione della scheda pozzo. Difficilmente potrete farlo in autonomia, vista la mole di dati tecnici richiesta.

Tale scheda ovviamente potrà essere compilata e correttamente recepita dagli enti preposti solo nel caso il pozzo artesiano ad uso domestico sia stato realizzato in ottemperanza dei requisiti minimi richiesti.

In caso contrario dovrete chiuderlo per poi provvedere successivamente ad una nuova realizzazione secondo l’iter previsto.

Richiesta di nuova perforazione pozzo artesiano uso domestico

Si tratta quindi di una comunicazione non soggetta ad autorizzazione. Questo però non toglie la necessità di realizzare le opere in ottemperanza dei requisiti tecnici richiesti.

Anche in questo caso la ditta specializzata è fondamentale.

Completate le opere, inviate la scheda pozzo descrittiva delle stesse.

Il pozzo artesiano nella compravendita

Nel vendere casa il pozzo artesiano uso domestico può essere motivo di discordia con i possibili compratori.

Per questo motivo l’ho voluto menzionare nel mio articolo ” Documenti per vendere casa” anche se ovviamente la necessità è specifica di immobili con questo tipo di impianto.

La presenza del titolo è probante della non abusività dell’opera che gioca in ruolo importante anche verso gli aspetti di sicurezza verso abitanti e terzi frequentanti l’immobile.

Questo al fine di comunicare formalmente al compratore le circostanze e mettersi al riparo da eventuali pretese postume. Esattamente come nella gestione di quasi tutti gli abusi edilizi durante questo tipo di operazione.

Il ruolo del pozzo artesiano nella valutazione immobiliare

Anche se per uso prettamente domestico il pozzo è un accessorio importante negli immobili provvisti di giardino. Soprattutto quando quest’ultimo di ampie dimensioni.

I costi per l’irrigazione dello stesso tramite la normale erogazione Comunale sarebbero molto alti.

Tramite il pozzo artesiano è possibile un notevole risparmio del tempo e sicuramente questo è un fattore da tenere in considerazione per una corretta e precisa valutazione immobili.

Attenzione ai dettagli

L’uso domestico va bene per annaffiare l’orto, ma non dovete poi venderne i prodotti pena rientrare nel concetto di attività produttiva. Idem per quanto riguarda l’abbeveraggio degli animali, esso non deve essere legato ad alcuna sfumatura economica.

Ultima nota, il prelevamento acque pubbliche attraverso pozzo artesiano ad uso domestico è gratuito.

Se avete letto questo articolo poiché state pensando di vendere l’immobile vi invito a leggere la mia guida su come vendere casa.

Scrivo questi articoli con amore e passione, grazie per il tempo dedicato alla lettura! Qui sotto trovate due righe in più su di me e sul mio lavoro, oltre ai collegamenti social. A presto.

Di seguito trovi i tasti per condividere l’articolo sui tuoi social ed il link per iscriverti alla newsletter. Oltre ovviamente al box commenti se hai domande.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Ti piace questo articolo?

Iscriviti alla newsletter . Tranquillo, odio lo spam

Fabio Zerbinati
Fabio Zerbinati
Agente immobiliare e perito a Bologna. Da oltre 10 anni il mio lavoro è aiutare persone ed aziende a vendere i propri immobili. Sono l'autore del blog "Movimenti Immobili", appassionato di diligenza immobiliare e nel 2019 contributore della business unit di "World Bank".

Lascia un commento

Raggiungimi sui social

Un modo per tenersi in contatto e scambiare pareri

Ricevi gli articoli
Se mi lasci la tua email te li spedirò in anteprima
Newsletter
Devi vendere casa a Bologna?
Richiedimi una valutazione gratuita e senza impegno
Iscriviti alla mia newsletter

Ti scriverò ogni tanto per un saluto, mettendoci i miei ultimi articoli e qualche curiosità. Odio lo spam e  potrai facilmente disiscrverti in ogni momento

Iscriviti alla mia newsletter

Ti scriverò ogni tanto per un saluto, mettendoci i miei ultimi articoli e qualche curiosità. Odio lo spam, tranquillo.