Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest

Foglio visita immobiliare | Cosa è ed a cosa serve.

Il foglio visita immobiliare chiede la prima firma a cui gli utenti sono chiamati durante le attività di ricerca di un immobile e comporta un vincolo con l’agenzia immobiliare.

foglio visita immobiliare
Il foglio visita immobiliare dimostra la titolarità dell’agenzia sull’eventuale compravendita

Conoscerne il corretto funzionamento e cosa comporta la sua sottoscrizione è di prima importanza non solo per chi vuole acquistare ma anche per chi vuole vendere casa.

Le dinamiche collegate, infatti, hanno effetti bilaterali su tutti gli attori della compravendita in termini di diritti e doveri maturati. Andiamo per gradi ed approfondiamo

Cos’è il foglio visita immobiliare

Si tratta di una dichiarazione unilaterale, almeno solitamente, in cui chi svolge il sopralluogo conferma formalmente che ha visto quell’immobile per la prima volta grazie all’operato del mediatore.

Non solo, nei recenti fogli visita è inclusa anche la dicitura “aver ricevuto informazioni per la prima volta”.

Dopo questa prima linea guida andiamo un po più a fondo per gradi, vi lascio un breve indice così vi fate un’idea di cosa parleremo.

Come è fatto un foglio visita immobiliare

Ho sempre ritenuto che questa scrittura non sia considerabile contratto, per lo meno nella sua forma classica.

Presenta i dati anagrafici del visitante, l’identificazione dell’immobile, la data e le varie “spunte” riportanti le dichiarazioni di cui vi ho parlato nel paragrafo precedente.

Non prevede solitamente la controfirma del proprietario ne dell’ agenzia immobiliare.

Ritengo fuori luogo e scorretto che un foglio visita immobiliare contenga degli accordi in merito all’eventuale aliquota della provvigione agenzia immobiliare in caso di acquisto. A volte succede ed il motivo risiede proprio nel forte legame intrinseco tra la visita ed il rapporto con l’agenzia stessa.

Il foglio visita immobiliare, inoltre, non contiene dati informativi sull’immobile quali regime fiscale, dati sulla vendita di immobile ereditato o meno, o sulla plusvalenza in caso di vendita prima casa prima dei 5 anni.

Insomma, è meramente una strumento di dimostrazione dell’operato dell’agenzia ma non della qualità dello stesso.

A cosa serve

Il foglio visita immobiliare serve all’agente così come al listing agent per dimostrare formalmente che il compratore ha visitato l’immobile grazie al suo operato e quindi se quest’ultimo comprerà l’immobile dovrà corrispondere la provvigione.

Ricordiamo infatti che a livello legislativo il lavoro del mediatore ha come scopo quello di mettere in relazione due o più parti, con le quali non ha rapporti di dipendenza mandato o rappresentaza, al fine di concludere un affare.

E’ quindi anche una tutela del professionista contro eventuali persone scorrette che dopo aver sfruttato il suo lavoro per vedere la casa provano a scavalcarlo contattando direttamente il proprietario.

Qualcuno sostiene che serve anche al candidato compratore per dimostrare che magari ha visto l’immobile prima di qualche altro pretendente. La realtà pratica è che “vince” chi si mette seduto per primo a scrivere una proposta di acquisto. Nonostante non ami questi tanti decantati moduletti, questo è quello che succede nel 90% dei casi.

Termini di validità del foglio visita immobiliare

Lo ha firmato vostra moglie in una visita singola o durante un open house? Vale anche per voi, per vostro figlio e per persone o aziende a voi strettamente riconducibili.

Dal punto di vista temporale la validità è di un anno, ma subentrano molte variabili che possono derogare questa affermazione legislativa.

E’ ovvio che eventuali diatribe sui diritti creati dal foglio visita immobiliare devono sempre tenere in considerazione l’aspetto di lealtà e buona fede.

Comportamenti atti ad un mero risparmio sulla provvigione hanno molta meno valenza di altri legati ai diritti dei consumatori. Ad ogni casistica, la propria linea.

Non c’entra nulla con l’informativa privacy

Alcuni mediatori poco seri fanno firmare il foglio visita immobiliare, magari con tanto di aliquota della provvigione, spacciandolo come informativa privacy.

Quest’ultima deve si essere fatta firmare dal professionista durante la visita per autorizzazione al trattamento dei dati personali, ma è tutta un’altra cosa.

Un’agenzia immobiliare ha sempre il dovere della trasparenza e della corretta informazione. Purtroppo eventuali mancanze in questo senso sono difficilmente dimostrabili in sede di eventuali discussioni, quindi attenzione all’atteggiamento.

Cosa succede se non firmate il foglio visita immobiliare

Nessuno vi arresta tranquilli, non è un obbligo di Legge. Quello che può succedere è che il professionista si rifiuti di mostrarvi l’immobile.

Questo è uno di quei motivi per i quali mediatori che lavorano sovente senza incarico di mediazione per vendita immobiliare in esclusiva vi fissano l’appuntamento a centinaia di metri dall’immobile in vendita.

Così se non firmate, non saprete mai quale è la casa sul mercato e non potrete provare a scavalcarli.

Se avete letto questo articolo probabilmente siete sul mercato per comprare un immobile: perché non date un’occhiata alla pagina della mia agenzia immobiliare?

Vi lascio anche il link ad una sentenza interessante, così potete approfondire con un caso studio.

Come sempre vi ringrazio per il tempo dedicato all’articolo . Qui sotto c’è il form commenti se avete domande mentre se vivete nella mia città e state per intraprendere una compravendite potete richiedermi una consulenza immobiliare. A presto.

Hai ancora un minuto?

Mi chiamo Fabio Zerbinati e scrivo questo blog con grande amore, vorrei che visitassi la mia biografia!

Con i tasti qui sotto puoi condividere l’articolo sui tuoi social media, sarebbe grandioso!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest

Lascia un commento

Benvenuto!

Mi chiamo Fabio Zerbinati e scrivo questo blog con grande amore per il mio lavoro di consulente, sperando che ti sia utile.